Il mestiere del penalista: come è cambiata la professione con l’avvento del web

Il mestiere del penalista: come è cambiata la professione con l’avvento del web

Nell’era del web la realtà professionale dell’avvocato penalista ha subito un profondo mutamento, essendo cambiato il contesto in cui egli pratica la propria professione. Attualmente, l’avvocato esperto in diritto penale fornisce assistenza e consulenza legale anche online, proponendosi attraverso siti, come, ad esempio: www.consulenzalegaleitalia.it.

Infatti, la figura e l’attività professionale dell’avvocato penalista hanno subito una vera e propria metamorfosi, indispensabile per consentirgli di lavorare al passo con i tempi: egli, quando deve recarsi in Tribunale, non porta con sé una cartella piena di documenti e neanche faldoni sotto il braccio, ma un telefono, naturalmente di ultima generazione, oppure un tablet o un pc portatile, con cui, in qualunque momento, potersi collegare alla rete internet e accedere ai documenti presenti nel proprio archivio come ai fascicoli consultabili d’ufficio.

L’importanza delle tecnologie informatiche

Utilizzare le tecnologie informatiche è importante sia per il funzionamento di uno studio legale sia per il nuovo sistema di giustizia, che si sta notevolmente aggiornando; ma anche per il rapporto con i clienti, i quali usano la tecnologia nella realtà quotidiana. Nel momento in cui l’avvocato penalista deve rapportarsi ai propri clienti, deve essere in grado di farlo usando gli stessi mezzi.

Nonostante il settore penale sia sempre stato maggiormente conservatore, rispetto a quello civile, ha comunque subito l’impatto della trasformazione digitale, che ha modificato molti aspetti della professione legale; molti avvocati hanno sentito, come un imperativo di ordine etico, oltre che pratico, la necessità di adeguarsi alle nuove procedure informatiche, applicate ormai a tutti i livelli.

D’altra parte, la tecnologia digitale influenza positivamente il lavoro del penalista, in quanto rende più facile l’aggiornamento professionale; la modalità differente, di ricerca e consultazione di questi strumenti giuridici, riduce i tempi morti, perché consente di effettuare le ricerche in modo mirato; inoltre, modifica la conoscenza giuridica, in quanto la struttura e la qualità del sapere risulta più settoriale.

Il cambiamento interessa anche un aspetto strettamente pratico degli studi impegnati nella materia penale, infatti, sono praticamente scomparsi gli enormi faldoni che rappresentavano il tratto distintivo del settore.

Un cambiamento significativo è evidenziato dal fatto che, negli ultimi anni, in tanti studi legali che si occupano di diritto penale, le spese di iscrizione ai siti internet per l’aggiornamento online, sia di giurisprudenza che di legislazione, hanno superato decisamente quelle relative alle riviste di tipo cartaceo, specializzate del settore.

Le nuove frontiere aperte dall’intelligenza artificiale sono vaste quanto le possibilità di approfondire in modo specifico tutto quanto riguarda l’indirizzo penale, anche al fine di valutare le probabilità di esito favorevole di iniziative giudiziarie intraprese a tutela dei propri clienti.

Tuttavia, il vento dell’innovazione, portata dall’avvento del web, non ha ancora trasformato completamente questa branca della giurisprudenza, dal punto di vista dell’implementazione delle procedure automatizzate, a differenza di quanto è avvenuto, invece, per il processo civile; bisogna ammettere che, per la delicatezza della materia, è imposta una maggiore cautela unita ad un  maggior numero di verifiche, nel realizzare il cambiamento; tuttavia i segnali per il futuro sono positivi, anche ai fini dello snellimento di procedure processuali lunghe e complesse.

Un passo avanti è rappresentato dall’utilizzo della firma digitale e della PEC, che consentono un’ottimizzazione dei tempi necessari, ad esempio, per una notifica che, in passato, andava depositata in cancelleria oppure eseguita tramite l’ufficiale giudiziario o recandosi negli uffici postali. Tra le nuove tecnologie vanno annoverati anche software, gestionali, e sistemi di fatturazione e di archiviazione elettronica: oltretutto.

Gli studi che propongono la propria consulenza legale online sono quelli che hanno interpretato per primi la necessità del cambiamento, mettendo in campo la loro voglia di innovazione.